Le Aonie o muse sono i nove personaggi della mitologia greca, figlie di Zeus e di Mnemosine. Vivevano sul monte Elicona, in Beozia, regione abitata dagli aoni da cui viene il soprannome “Aonie”.

Le muse furono molto importanti nella mitologia antica: esse rappresentavano l’ideale supremo dell’arte ed ispiravano poeti, filosofi e musicisti. Il marchio Aonie nasce nel 2008 dalla collaborazione delle sorelle Paola e Consuelo Coti, spinte dal desiderio di creare accessori speciali, tra “costume jewelry” e gioielleria.

Il progetto sposa moda, tradizione e femminilità con un occhio attento alle tendenze e un’appassionata cura del dettaglio. Nel logo i profili delle Stiliste coi capelli raccolti a crocchia s’incontrano come due ali di farfalla. Libertà di movimento e di espressione è la caratteristica di questi preziosi. Le radici del brand affondano nella storia dell’arte, nei costumi e la tradizione orafa italiana che Paola e Consuelo reinterpretano con gusto contemporaneo. L’intento e’ di distinguersi proponendo accessori creati con materiali e lavorazioni inusuali per rivivere un sogno antico. Pizzi, ex voto, angeli, farfalle, mantra esistenziali, che rivisitati e valorizzati con tecniche della gioielleria classica sono gli elementi che contraddistinguono tutte le collezioni.

La lavorazione dei materiali semipreziosi è affidata alle mani di attenti orafi italiani che conferiscono ad Aonie il valore di un marchio di eccellenza e unicità. Piastre d’argento vengono traforate creando motivi decorativi sottili e raffinati. Brunito, dorato e rosa, l’argento assume nuove sfumature cromatiche e viene accostato a pietre naturali dai colori vivaci. I pizzi vengono placcati in superfie cosi’ da sembrare vere e proprie sculture. L’orecchino risulta leggerissimo, conserva la bellezza del merletto sottostante (l’anima), ogni pezzo risulta un poco diverso dall’altro, con una propria “vita”.

Ogni gioiello è stato pensato per essere toccato, indossato, vissuto.

E’ un nuovo modo di essere contemporanei, sottovoce, con femminilità e poesia.